Nothing but Morricone


Il M°Riccardo Arrighini mette in scena uno dei più grandi compositori viventi, Ennio Morricone, e lo fa ancora una volta a suo modo, ossia fondendolo con gli idiomi musicali con cui negli ultimi anni ha riarrangiato giganti della Classica e Lirica quali Puccini, Verdi, Chopin, Vivaldi.
E, come in ogni suo progetto, cerca di trovare quella peculiarità, quell’elemento differenziante che ne fa un valore aggiunto alle sue idee di arrangiamento, al suo solismo ed alla sua tecnica.
Realizza infatti il lavoro con un ensemble orchestrale composto da 10 archi, corno francese, oboe, flauto, sax soprano, fisarmonica, chitarra, voci, sezione ritmica, percussioni, tastiere, da lui pensato e riarrangiato.
Sentirete quindi i temi delle grandi colonne sonore dei film di Sergio Leone sul tema western all’italiana e molti altri che hanno accompagnato tutti noi e che ci collegano subito ad immagini passate alla Storia del grande Cinema d’autore: “C’era una volta il west”, “Per un pugno di dollari”, “Giù la testa”, “C’era una volta in America”, “La leggenda del pianista sull’Oceano”, “Mission”, “Nuovo cinema Paradiso” e molti altri……
Arrighini sceglie quasi sempre di riarrangiare dei compositori romantici e con una grande forza melodica perché pensa, anch’egli appassionato da sempre della melodia, che attorno ad essa ruoti tutta la piacevolezza dell’orecchio umano ed intorno ad essa si possano costruire molte soluzioni timbriche, ritmiche, armoniche o improvvisative, purchè essa continui ad essere il motore pulsante, la vera energia che muove questa meravigliosa forma d’arte.

Registrato a Viareggio tra novembre e dicembre 2011 presso lo studio “House of Glass” di Gianni Bini
Registrazione e mixaggio Christian Lindemann
Programmazione e mastering di Gianni Bini
Prodotto da Gianni Bini
Produttore esecutivo Riccardo Arrighini per l’etichetta “Soungeance” del gruppo RA Productions
Arrangiamenti di Riccardo Arrighini
Supervisione arrangiamenti Ugo Bongianni e Gianni Bini
I testi di “Playing love”, “Gabriel’s oboe”, “Deborah’s theme” e “Love theme” sono di Michela Lombardi e quello di “Death theme” di Emiliano Loconsolo

Riccardo Arrighini – pianoforte
Michela Lombardi – voce
Helen Tezfazghi – voce
Emiliano Loconsolo – voce
Ugo Bongianni – orchestrazione addizionale/programmazione e arrangiamento tastiere
Antonello Pudva – chit.elettrica/acustica
Valerj Zacarov – oboe
Domenico Mattioli – corno francese
Claudio Fabiani – flauto traverso/ ottavino/sax soprano
Gianmaria Chinellato – fisarmonica
Gabriele Evangelista – c.basso
Andrea Cozzani – basso elettrico
Michael Baker – batteria
Ettore Bonafè – percussioni
Francesco Carmignani – violino di spalla
Emiliano Binetti – violino primo
Norma Lindemann – violino primo
Antonio Lucariello – violino secondo
Gioele Antonioni – violino secondo
Nicola dalle Luche – violino secondo
Asita Fathi – viola
Gianmarco Zenni – viola
Giampaolo Perigozzo – violoncello
Annamaria Veterani – violoncello